Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for febbraio 2009

L’inedito dei Beatles, in poche ore, è stato oscurato dalla EMI Music. Mi dispiace per chi non è arrivato in tempo. Alla prossima.

Annunci

Read Full Post »

I Beatles non smettono mai di stupire. La loro Revolution oggi si serve di internet, di youtube, ed è ancora più travolgente. A distanza di pochi mesi dalla scoperta di una traccia di musica sperimentale targata Lennon – McCartney e mai diffusa, spunta sul web un altro inedito. Si tratta appunto di una versione di Revolution, uno dei brani più famosi della produzione dei Beatles del 1968, che mette insieme la canzone che tutti conosciamo, con la traccia di Revolution number 9, contenuta anch’essa nel White album. Revolution number 9, sicuramente meno popolare, è un insieme di suoni, di nastri, di rumori, di sonorità stridenti. Ma c’è un’ulteriore rivelazione. Il gruppo potrebbe addirittura avere inciso prima questa versione della durata di 11 minuti, per poi dar vita, solo in un momento successivo, ai due diversi brani del White album. Comunque, prima di conferme ufficiali, resta difficile dire se questa canzone sia autentica o frutto di un lavoro certosino di taglia e cuci. Ma anche se così fosse, gli appassionati dei quattro dei Liverpool non potrebbero comunque non riconoscere la validità del risultato.

Buona visione!

Read Full Post »

“Ragazzi, la prima cosa da fare è molto semplice: smettere di litigare.
Massimo molla quell’orsacchiotto: è di Francesco.
Rosy non dar fuoco ai capelli di Livia!
Anna, quante volte devo dirtelo: non si fuma in casa!
Piero smetti di tirare le polpette a Pierluigi e mangia!
Ma Walter? Walter? Dove ti sei nascosto?Walter esci ti prego!Torna quiii”

Read Full Post »

Sanremo

Trionfa Raiset e lo sfarzo precario di un maestoso castello di Carta

Read Full Post »

Esercitazione logico – matematica

Risolvere la seguente proporzione:

Confindustria sta a corvo come sviluppo economico sta a ?

…Scajella

Read Full Post »

In occasione dell’inaugurazione dell’anno accademico , l’Università Iulm di Milano ha conferito la laurea magistrale honoris causa in Giornalismo, Editoria e Multimedialità a Maurizio Costanzo.

Io, Cecilia Pierami, Francesca Pelucchi, Edoardo Cavadini e Marco Berti abbiamo realizzato questa fantastica clip, che è stata proiettata durante la cerimonia.

 

Read Full Post »

bla_bla_bla1
Raggiunta l’intesa sulle intercettazioni. Il governo ha disposto che sarà possibile mettere sotto controllo le telefonate per reati puniti con una pena non inferiori ai 30 anni ed esclusivamente nei casi in cui: 
  • la persona indagata abbia già confessato il reato
  • la persona sia stata colta in flagranza di reato
  • la persona sospettata di reato abbia comunicato alla procura di competenza, tramite  lettera cartacea, l’orario e il numero di telefono da cui partirà la telefonata necessaria per il proseguo delle indagini
In tutti e tre i casi, le intercettazioni saranno consentite per un periodo di tempo non superiore a cinque minuti al giorno, al fine di ridurre al minimo i costi. Inoltre, con l’abbonamento “You guilty, I listen” la procura competente potrà aumentare la durata delle intercettazioni fino a 20 minuti al giorno, per un massimo di 10 giorni consecutivi.
Se, allo scadere del periodo, dovessero rimanere minuti non intercettati, i giudici possono richiedere di convertirli in suonerie o in mms, pagando un euro aggiuntivo per il servizio.
Sarà consentito piazzare microspie soltanto in luoghi pubblici e con il consenso dell’interessato, che dovrà firmare la liberatoria dopo esser stato registrato.
Per giudici che applicheranno sapientemente la legge, il Governo ha pronto uno stock di cartucce, fogli a righe di quinta elementare e carta igienica ecologicamente trattata.

Read Full Post »